Sarde in saor

DIARIO DI BELCORVO

STORIE
DI TERRA
E DI VINO

Data
Febbraio 2021

16 FEBBRAIO

Sarde in saor

Sardine fritte, cipolle, pinoli e uvetta: le sarde in saor sono uno dei cicchetti più tipici e irresistibili della tradizione veneziana. Tra i bàcari di Venezia è impossibile non lasciarsi avvolgere dal profumo del pesce fritto che stuzzica l’appetito e… chiama a gran voce una buona ombra di vino!

INGREDIENTI

– 1 kg di sarde
– 1 kg di cipolle bianche dolci
– qualche foglia di alloro
– 40 g di uva passa
– 40 g di pinoli
– 200 ml di aceto di vino bianco
– 1 cucchiaino di zucchero
farina q.b.
olio extravergine di oliva
sale q.b.
pepe rosa in grani
olio di semi per friggere

PREPARAZIONE

1) Preparate innanzitutto il pesce: eliminate la testa, le viscere e la lisca centrale delle sarde e apritele a libro.
2) Infarinatele bene da entrambi i lati e friggetele in abbondante olio bollente.
3) Scolate le sarde fritte, ponetele su un piatto ricoperto di carta assorbente, salatele e lasciatele a raffreddare.
4) Passate alla preparazione del “saor”: tagliate le cipolle a fette sottilissime e mettetele in un tegame ampio.
5) Aggiungete le uvette, i pinoli, le foglie di alloro, il pepe in grani e il sale fino.
6) Unite 4 cucchiai di olio evo e lasciate appassire il tutto per circa 20 minuti a fuoco bassissimo e coprendo con un coperchio, avendo cura di mescolare spesso.
7) Quando la cipolla sarà ridotta a filamenti morbidi di un bel colore biondo, aggiungete l’aceto di vino bianco e lo zucchero.
8) Lasciate sfumare, proseguite la cottura per qualche minuto ancora e infine spegnete il fuoco. Lasciate raffreddare.
9) Quando sia le sarde fritte che il composto di cipolle si saranno raffreddati, procedete a comporre degli strati in una pirofila. Alternate cipolle e sarde, facendo attenzione che il primo e l’ultimo strato siano composti dal “saor”.

Un consiglio: le sarde in saor sono ottime se consumate dopo aver riposato almeno due giorni, così da insaporirsi alla perfezione!

OTTIMA CON… un bianco giovane!

Un antipasto di pesce, come le saporite sarde in saor, richiama senz’ombra di dubbio un buon bianco giovane, piacevole da bere, leggero e fresco. Come sempre, vi proponiamo due vini scelti tra le tante etichette della nostra cantina!

Ribolla Gialla Brut – Dai nostri vigneti Bollacasa, ecco a voi la Ribolla Gialla Brut Bollacasa Screm. Il suo bouquet fruttato e agrumato è vivacizzato da un perlage fine e persistente, piacevolissimo. Al palato risulta gradevole, asciutto e fresco, con una buona rotondità. Un grande aperitivo, perfetto per accompagnare piatti di pesce a tutto pasto.

Bianco Luna – Dalla nostra linea di vini sfusi, ecco un bianco giovane e intensamente profumato, dotato di una buona punta di mineralità. Risulta piacevole e dissetante, dotato di una freschezza naturale che ne mette in risalto il bouquet fruttato. Ottimo con le portate di pesce, perfetto come aperitivo.

ribolla gialla bru belcorvo
Bianco luna belcorvo