Dolcetti al Vin Brulè

DIARIO DI BELCORVO

STORIE
DI TERRA
E DI VINO

Data
Gennaio 2021

10 GENNAIO

Dolcetti al vin brulè

Immancabile nella stagione invernale, il vin brulè è la bevanda delle feste per eccellenza. Intensamente profumato e dalla bassa gradazione alcolica, è capace di riscaldare piacevolmente i sensi, ma può anche essere usato per sfiziose ricette dolci con cui allietare le chiacchierate intorno al fuoco.

INGREDIENTI per il Vin Brulè

– 200 ml di vino rosso
– un quarto di mela
– mezzo mandarino
– scorza di mezza arancia
– scorza di mezzo limone
noce moscata
– 1 chiodo di garofano
– 1 bacca di anice stellato
– 1 stecca di cannella
– 1 cucchiaio di zucchero semolato

INGREDIENTI per i dolcetti

– 170 g di cioccolato fondente
– 3 uova
– 30 g di burro
– 90 g di farina
– 90 g di zucchero di canna
– 2 cucchiai di zucchero semolato
– 1 mandarino candito
cannella in polvere
sale

 

PREPARAZIONE

1) Preparate il vin brulè versando innanzitutto il vino rosso in una casseruola e aggiungendo la frutta e le spezie: il mandarino e il quarto di mela tagliati a piccoli pezzi, le scorzette di arancia e di limone, un pizzico di noce moscata, il chiodo di garofano, la bacca di anice, la stecca di cannella e un cucchiaio raso di zucchero.
2) Mettete la casseruola sul fuoco e portate il vino a ebollizione. Fate sobbollire per circa 5 minuti, dopodiché togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. Infine filtrate il tutto in una caraffa.
3) Passate alla preparazione dei dolcetti. Spezzettate il cioccolato fondente e fatelo fondere a bagnomaria. Dopo averlo lasciato intiepidire, incorporate il burro a pezzetti, le uova, la farina, lo zucchero di canna, un cucchiaino di cannella in polvere e un pizzico di sale, mescolando bene il tutto.
4) Foderate una teglia con la carta forno e versatevi il composto. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 10 minuti.
5) Una volta estratto dal forno, lasciate raffreddare il dolce e infine spezzettatelo e trasferitelo nel mixer. Cominciate a frullare, aggiungendo a filo il vin brulè, fino a ottenere un composto denso.
6) Prendete piccole porzioni di impasto e formate delle palline grandi quanto una noce (dovrebbero venirne all’incirca 24).
7) Tritate il mandarino candito e mescolatelo a 2 cucchiai rasi di zucchero semolato. Passate le palline nel mix e infine ponetele in frigo per farle rapprendere.
8) Gustate le palline fredde al cioccolato e vin brulè accompagnandole con una buona tazza di… vin brulè bollente!

 

PREPARALI CON… il rosso giusto!

Ogni regione ha un “rosso di fiducia”, al quale ricorrere per preparare il Vin Brulè. Sangiovese e Lambrusco in centro Italia, Pinot Nero in Alto Adige e Barolo nelle Langhe. Addirittura, in Veneto è usanza utilizzare un bianco, come lo Chardonnay.
L’importante è che sia un vino morbido, corposo e dal bouquet riccamente profumato!

Cabernet Sauvignon I.G.P. – Il bouquet fruttato e speziato del Cabernet Sauvignon prodotto con le uve dei nostri vigneti Barsè si presta benissimo a unirsi con i profumi tipici del vin brulè. Un rosso dotato di ottimo corpo e buon grado alcolico (12,5% vol.), in generale perfetto per accompagnare piatti a base di selvaggina e formaggi stagionati.

Rosso Mansueto – Un vino di grande struttura e dalle complessità aromatiche interessanti: spiccano le note speziate di cannella e chiodi di garofano e un lieve sentore erbaceo. Il sapore è rotondo e corposo, al palato si distingue per la sua morbidezza.