Raffinato Barsè

DIARIO DI BELCORVO

STORIE
DI TERRA
E DI VINO

Data
Ottobre 2021

11 OTTOBRE

Raffinato Barsè

Il suo colore rosso rubino intenso è già un invito irresistibile ad accostarsi al calice. Il suo bouquet, intensamente profumato e speziato al punto giusto, invita subito all’assaggio. Di chi stiamo parlando? Ma del nostro Barsè!

Ogni bottiglia di Barsè Belcorvo è una promessa di bontà che conquista al primo sguardo e stupisce al primo sorso. Merito dell’affinamento in barriques, che dona a questo rosso intenso aromi e sapori decisi e ricchi.

Le piccole botti di legno in cui viene lasciato affinare, le barriques appunto, donano a questo vino una varietà di profumi e sentori terziari davvero unica. Questo grazie al buon grado di ossigenazione cui è sottoposto il vino durante il suo periodo di affinamento e, naturalmente, grazie anche alle qualità organolettiche che il legno trasferisce al vino contenuto all’interno delle botti.

Caratteristica dei vini affinati in barriques è la spiccata rotondità che si percepisce in bocca al momento dell’assaggio. E Barsè non fa eccezione. È un rosso strutturato, dal gusto pieno, che lascia una piacevole percezione tannica. Il suo bouquet è complesso, prevalentemente fruttato e speziato, con sentori di liquirizia, vaniglia e fieno secco.

Barsè Belcorvo nasce dall’uvaggio tra Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. Le sue uve sono coltivate nei nostri Vigneti Barsè, a Gaiarine in provincia di Treviso. I terreni, qui, sono in prevalenza argillosi: molto plastici e ricchi d’acqua in inverno, ma secchi e fessurati in estate.
La resa dei vigneti ne risente, ma a tutto vantaggio della qualità: il vino che ricaviamo da questi suoli antichi ne guadagna sia in termini di complessità strutturale che di gradazione alcolica. L’affinamento in barriques è il giusto tocco da maestro con cui esaltare l’eccezionalità di queste uve.

Provare per credere: versatevi un calice di Barsè e gustate tutta la sua unicità.